REALIZZIAMO IL NOSTRO MOTTO

Il Rotary al servizio dell'umanità

I Progetti

I Progetti
Il Rotary Club Roma Sud Est è attivo sul territorio a pieno titolo, fornendo aiuto di tipo economico, professionale ed umanitario a chi si trova in difficoltà.
 
Il Rotary Club Roma Sud Est rispetta eticamente e moralmente la strada tracciata dal Rotary Club. I valori sono la forza trainante della condotta Rotary. Rappresentano il credo, quello che viene fatto e le modalità con cui viene fatto: etica ed integrità onorano gli impegni di qualsiasi attività promossa.
 

Progetti, iniziative, visite.

Il Rotary al servizio dell’umanità e soprattutto della parte più debole, meno considerata e più negletta: è questo il principio ispiratore che ha guidato il nostro Club nella scelta dei progetti di più ampio respiro. Di seguito quelli più coinvolgenti risultano:

Progetto “Scuole”

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno da una iniziativa propedeutica e sperimentale condotta presso le 4^ Classi di alcuni Istituti di Scuola Media Superiore, è prevista una seconda fase che interesserà gli Studenti Maturandi. Il fine ultimo del progetto è quello di aiutare i giovani, che lasciano la Scuola, ad affrontare più coscienziosamente la cruciale scelta che li attende: entrare nel mondo del lavoro e/o proseguire gli studi e orientarsi verso quale professione? Il problema oggi è aggravato dal clima di sfiducia connesso alle difficoltà economiche di larghi strati della popolazione e dall’elevato livello di disoccupazione specialmente giovanile. Operare in tal senso nelle Scuole è senza dubbio un valido contributo alla risoluzione di uno dei problemi più gravi della Società.

Progetto “Virgilio”

In connessione, per alcuni aspetti, con gli intendimenti del precedente progetto, il Club aderisce con grande interesse alle iniziative dell’Associazione “Virgilio 2080” in maniera di gratuita assistenza a neo imprenditori per lo sviluppo di imprese del Lazio e della Sardegna. Consiste nell’assistere ed aiutare i giovani imprenditori ad affrontare le iniziali fasi decisionali ed operative di strutture appartenenti ai settori di produzione, sia di beni che di servizi, con un numero di addetti non superiore a dieci unità.

Progetto C.R.E. (Centro di Riabilitazione Equestre)

Il Sodalizio partecipa a questa importante attività che pone in essere una serie di tecniche denominate scientificamente “Metodo Globale di Riabilitazione a Mezzo del Cavallo”. L’uso terapeutico del cavallo, iniziato da circa un decennio, è stato sempre più incrementato grazie ai buoni risultati ottenuti. Tale metodo è finalizzato al superamento o quantomeno alla riduzione delle diverse disabilità. La cura viene svolta da validissimi operatori, presso il Centro Ippico Militare di Tor di Quinto ed il Reparto della Polizia di Stato. Agli inizi degli anni ’90 ho fatto parte del “management” militare.

Progetto” Bambin Gesù”

È noto con questo titolo nel Club, il progetto di    sperimentazione per la riabilitazione dell’equilibrio e del modo di camminare in bambini con danno cerebrale; viene condotto, presso l’Ospedale “Bambin Gesù” in Roma; con attrezzature modernissime, basate sulla robotica e su tecnologie di realtà virtuale. Si basa su tre principali cardini: la pedana robotica; l’esoscheletro intelligente; la realtà virtuale. La pedana robotica è già stata realizzata. Il progetto, che si sviluppa per fasi successive, postula la durata di tre anni con costi, per il rimanente sviluppo, intorno ai 6.000/9.000 Euro. È stato presentato al COIN che coordina tutti i Club di Roma per una realizzazione in interclub.

Progetto “Jandira”

È, per alcuni aspetti, quello storico del Sodalizio. Trattasi di un progetto aperto che consente, ultimata la realizzazione di un programma, d’ iniziarne subito un altro. Finora si è operato per la costruzione di asili, scuole ed altre strutture formative per bambini delle “favelas brasiliane” (San Paolo) che vivono in estrema povertà. In termini economici il costo si aggira intorno ai 1000 Euro. A tal fine anticipo che nella 1^ decade del mese di giugno si terrà una conviviale presso il “Casale Coiro” per la raccolta fondi.

Progetto “San Benito”

Consiste in una serie di iniziative presso la parrocchia di PETEN (Guatemala) per i giovani del luogo con la costituzione di un Centro Giovanile che ne curi la crescita e la formazione. Il tutto in un ambiente di estrema povertà, di disagio e di enorme degrado, ma soprattutto di impossibile accesso ai servizi di base: igiene, sanità, acqua, scuola ed alimentazione.

Iniziative

Il Sodalizio partecipa ad una serie di iniziative benefiche, umanitarie e culturali che riguardano tra l’altro:

-         l’Iniziativa sulla Legalità e Cultura dell’Etica, che ha per scopo quello di favorire nella società e soprattutto nei giovani, azioni positive per lo sviluppo di una coscienza etica coerente con i principi della legalità;

-         la prosecuzione dei programmi “storici” del Club, quali: “Salva Mamme e Salva Bebè” e le attività di prevenzione e cura sul Territorio in materia di profilassi sanitaria;

-         il supporto, sia come sostegno economico che in termini di effettiva collaborazione presso Strutture Umanitarie (Caritas ed altre) nell’Area di Roma;

-         le visite culturali, artistiche e museali: le prime ai tesori artistici della città di Roma e dintorni; le seconde ai Musei Nazionali Militari nell’ambito della ricorrenza del “Centenario della Grande Guerra”;

-         i premi “Nocco” e Creatività” che rappresentano per il Club autentici punti di riferimento: il primo con il Mondo Accademico della LUISS, legato al Sodalizio attraverso un rapporto privilegiato di appartenenza di un illustre Fondatore prima ed attualmente della di Lui figlia. Il secondo curato da una nostra eccellente pioniera della “Computer Art”. I premi comportano per il Sodalizio un eccezionale ritorno di immagine.

Rapporti con il Rotaract

Già impiegato con successo nello scorso anno rotariano nell’ambito del Progetto scuole, continuerà a collaborare nel prosieguo del progetto “Scuole” e di altre iniziative che verranno programmate e confacenti al loro stato giovanile.

Conclusione

Concludo con un auspicio: opererò affinché tutti i Soci:

·        possano respirare un’atmosfera non più stantia e di routine, ma allegra, gioviale, amichevole;

·        siano interessati ad un arricchimento spirituale e culturale, desiderosi di contribuire ad un miglioramento sociale del mondo che li circonda;

·        siano lieti di dare il proprio contributo senza alcun interesse e tornaconto personale, accumunati da spirito di servizio, convinti dell’eccellenza della scelta associativa rotariana e della bontà dei suoi programmi e delle sue attività sia in ambito locale che mondiale.

In sintesi, è necessario creare un ambiente in cui ogni Socio si senta incentivato e spinto moralmente a partecipare con assiduità ad eventi, conviviali, incontri e riunioni, certo di poter trascorrere un lasso di tempo, ancorché breve, che lo appaghi in pieno delle onerose e talvolta malinconiche vicende della quotidianità.

È questo l’intendimento prioritario del mio mandato rotariano. Grazie a tutti!

 

I progetti